Quanto spesso ti registrare? Settimanale? Giornaliero? Mai in un milione di anni?
Come mangiare le nostre verdure, sappiamo tutti in qualche modo che è una buona cosa da fare.
Ma per citare il mio 4-yr old "Perché papà, perché?"
Perché è così importante registrare noi stessi?
Le nostre orecchie si trovano ... specialmente sotto pressione
Per uno, non ci si sente nel modo più obiettivo pensiamo di fare.
Registra la tua voce, e noterete cose sulla registrazione che non hai mai notato che sotto l'orecchio.
Non ti preoccupare, non è affatto male! Sì, vi sono delle note stonate, glitch nel suono, e molte sezioni in cui si pensava si dovesse fare il fraseggio chiaro, ma suona solo bla.
Il rovescio della medaglia, si può benissimo rimanere sorpresi e scoprire che un sacco di gioco sembra davvero buona. Mi ricordo un sacco di spettacoli che ho pensato è andato terribilmente, ma quando riascolto il nastro un paio di settimane più tardi, fu sorpreso di scoprire che le cose non erano la metà così male come ho pensato che fossero.
Dove sono i tuoi punti deboli nascosti?
Si può finire con un senso ingannevole di come suonerà se evitiamo nastrate run-through.
In che senso?
Avete mai studiato per un esame, e poi scoperto come si apre il libretto di prova che non ho studiato quasi abbastanza?
Questo era davvero troppo per me una esperienza al college, dove studia solo dire leggendo il libro di testo un paio di volte. Questo mi ha fatto il liceo, ma quando ho bisogno di essere in grado di fare di più che ricordare i fatti e le cifre, i buchi nella mia comprensione e la conoscenza sono stati completamente esposti.
Gioca per il nastro (soprattutto al mattino, prima fase di riscaldamento troppo), e sarete più propensi a esporre i veri punti deboli e le aree problematiche. I luoghi che tendono a cadere a pezzi quando si è stanchi, o quando si deve giocare a sandwich tra le altre sezioni difficili.
Questo potrebbe non essere un'esperienza molto divertente in questo momento, ma vi prometto che è una buona cosa. Molto meglio per scoprire i vostri "incidenti in attesa di accadere" nella sala prove che sul palco.
Due modalità di ascolto
Legendary Chicago Symphony tuba giocatore Arnold Jacobs ha detto una volta "La cosa importante non è quello che si sembrare. E 'ciò che si vuole sembrare. Ci sono persone che vengono da me e solo ascoltare se stessi, non sono concepire. "
Sul palco, abbiamo un atto difficile equilibrio da eseguire. Da un lato, dobbiamo mettere i nostri movimenti del motore il pilota automatico. Pensare troppo la meccanica ei dettagli tecnici, e la fluidità e automaticità sono interrotte (per di più, visitate questo post).
D'altra parte, siamo in un banale, noioso prestazioni se mettiamo la nostra mente con il pilota automatico. Dobbiamo restare pienamente impegnati in ciò che stiamo facendo dalla prima nota all'ultima. Dobbiamo rimanere completamente immersi nel momento, ascolto, e ascoltare ciò che vogliamo.
La nostra tendenza, tuttavia, è di rimanere bloccati nella valutazione modalità, piuttosto che concepire modalità.
Valutare modalità vs concepire modalità
La maggior parte del nostro tempo in sala prove è passata ad ascoltare, valutare, e cercando il prossimo problema che dobbiamo risolvere. Ottimo per la realizzazione di un costante miglioramento, ma non così disponibile sul palco. Chiamiamo questa modalità di valutazione.
Al contrario, le nostre migliori performance accadere quando abbiamo un'idea chiara di quello che vogliamo sembrare, connettersi profondamente con questa all'orecchio della nostra mente, e mantenere questo andare nella nostra testa, come abbiamo fiducia nel nostro corpo per farla vivere. Se avete mai avuto un insegnante si chiede di cantare una frase prima di giocare, questo è quello che stavano arrivare. Chiamiamo questa modalità di concepire.
Entrambi sono di fondamentale importanza - ma non possiamo davvero essere in entrambi i modi contemporaneamente. Come cercare di sedersi e stare allo stesso tempo, è difficile da concepire e creare musica dalla nostra fantasia e contemporaneamente valutare, giudicare e criticare quello che viene fuori del nostro strumento.
Certo che passare così tanto tempo nel valutare modalità, che questo modo di ascolto diventa un'abitudine profondamente radicata. E 'difficile capovolgere semplicemente l'interruttore e andare in modalità di concepire quando si cammina sul palco.
Pratica modalità di commutazione
Se vogliamo essere in grado di passare dalla valutazione di modalità di concepire la modalità a comando, dobbiamo praticare fare questo interruttore. E 'qui che la registrazione può essere di grande aiuto.
Fare clic su record e si può immediatamente offload tutte le vostre esigenze di valutazione e le preoccupazioni per il dispositivo di registrazione. Basta giocare, creare, e mettere in pratica essere nel momento, fiducia in voi stessi, e spegnendo il critico. Dopo tutto, tutto è stato catturato nella registrazione - è possibile ascoltare di nuovo al vostro rendimento più tardi e nitpick al contenuto del vostro cuore.
Dare a questo una prova. Accendere il dispositivo fidato di registrazione, ed eseguire via. Non basta andare con i movimenti - considerare questo come un vero e proprio spettacolo in cui si sta tentando di riprodurre al 100%. Vedi se riesci a passare più tempo a concepire modalità di valutazione delle modalità. Scoprirete che con la pratica, che diventerà più facile farlo - e una gioia pure.
ATTENZIONE!
Si potrebbe trovare te stesso di essere stranamente resistente a nastratura te stesso, e / o la paura di riascoltando la registrazione. Fate del vostro meglio per spingere oltre questo. E 'naturale. Penso che la maggior parte di noi hanno paura di ascoltare noi stessi.
Basta ricordare la voce dentro che è meglio che senti te stesso prima, bene e nel male, di quanto il pubblico.

Quanto spesso ti registri? Settimanalmente? Giornalmente? Mai in un milione di anni?
E' come mangiare le verdure, sappiamo tutti in qualche modo che registrarsi è una buona cosa da fare.
Ma per citare il mio figlio... "Perché papà, perché?"
Perché è così importante registrarsi?

Le nostre orecchie mentono... specialmente sotto pressione.
Per prima cosa, siamo molto meno obiettivi di quanto crediamo.
Registrati, e noterai cose che non hai mai notato semplicemente ascoltandoti.
Non ti preoccupare, non tutto fa schifo! Sì, ci sono delle note stonate, rumori nel suono, e molte sezioni in cui pensavi che il fraseggio fosse chiaro, ma in realtà non lo è affatto.


D'altro canto, si può benissimo rimanere sorpresi e scoprire che un sacco di roba è davvero buona.
Dove sono i tuoi punti deboli nascosti?
Non possiamo avere la percezione esatta di come suoniamo se non ci registriamo.
In che senso?
Avete mai studiato per un esame, e poi avete scoperto appena aperto il libro di testo che non site affatto preparati?

Suona per il nastro e osserverai i tuoi veri punti deboli e le aree problematiche. I punti che tendono a cadere a pezzi quando si è stanchi, o i passi compresi fra altre sezioni difficili.
Questo potrebbe non essere subito un'esperienza molto divertente, ma è una buona cosa.

Molto meglio scoprire i vostri difetti in camera che sul palco.

Due modalità di ascolto
I leggendario tubista della Chicago Symphony Arnold Jacobs ha detto una volta "La cosa importante non è come suonate. L'importante è come volete suonare".
Sul palco, abbiamo da eseguire un equilibrio difficile. Da un lato, dobbiamo mettere i nostri MOVIMENTI MOTORI sotto il controllo del pilota automatico. Pensare troppo alla meccanica dei dettagli tecnici interrompe fluidità e automatismi.
D'altra parte, se la MENTE è sotto il pilota automatico la nostra prestazione sarà banale e noiosa. Dobbiamo restare pienamente impegnati in ciò che stiamo facendo dalla prima nota all'ultima. Dobbiamo rimanere completamente immersi nel momento e "ascoltare ciò che vogliamo suonare".
La nostra tendenza, tuttavia, è di rimanere bloccati in modalità VALUTAZIONE, piuttosto che in modalità CREAZIONE.

Valutare vs creare.
La maggior parte del nostro tempo in sala prove è dedicata ad ascoltare, valutare, e cercanre il prossimo problema da risolvere. Ottimo per la realizzazione di un costante miglioramento, ma non così buono per il palcoscenico. Questa è la modalità di valutazione.
Al contrario, le nostre migliori performance avvengono quando abbiamo un'idea chiara di quello che vogliamo sembrare, siamo profondamente connessi a questa idea con l'orecchio della nostra mente, e la manteniamo vivida nella nostra testa, fidandoci del nostro corpo per farla vivere. Se avete mai avuto un insegnante che vi ha chiesto di cantare una frase prima di suonarla, questo è quello che intendo. Questa è la modalità di creazione.
Entrambi sono di fondamentale importanza - ma non possiamo essere in entrambe le modalità contemporaneamente. Come cercare di sedersi e stare allo stesso tempo in piedi, è difficile creare musica e contemporaneamente valutare la performance, giudicare e criticare quello che viene fuori del nostro strumento.
Certo che passare tanto tempo in modalità valutazione, ne radica l'abitudine. E' difficile schiacciare semplicemente l'interruttore e andare in modalità di creazione quando siamo sul palco.

Esercitare i cambio di modalità.
Se vogliamo essere in grado di passare dalla modalità valutazione a quella di creazione a comando, dobbiamo far pratica su questo interruttore. E' qui che la registrazione può essere di grande aiuto.
Schiacciare "record" sposta immediatamente tutte le vostre esigenze di valutazione e le preoccupazioni al registratore. Basta suonare, creare, ed "essere nel momento", fidandoti di te stesso, e spegnendo la modalità di critica. Tutto verrà catturato nella registrazione - sarà possibile ascoltare in seguito la tua performance e valutarla attentamente.
Dai a questo processo una possibilità, provaci. Accendi il registratore, e crea musica, come in un vero concerto o in una vera audizione. Vedi se riesci a passare più tempo a creare che a criticare. Scoprirai che con la pratica diventerà tutto più facile, e addirittura divertente.

Comments

November 07, 2012 @09:53 am - Dario Cavada
Ottimo articolo con alcune "perle di saggezza" da provare e soprattutto da APPLICARE! Lo consiglio a tutti quanti!
October 29, 2012 @01:09 pm - Enzo Antonio D'Avanzo
E' una grande verità. Quando mi registro mi accorgo degli errori che faccio e divento anche timido nei confronti del registratore, nel senso che mi sembra di suinare davanti al pubblico. Grazie Marco
October 29, 2012 @11:54 am - renzo plotegher
NON C'E' CHE DIRE! PIEROBON E' SEMPRE PIEROBON, SOTTO TUTTI GLI ASPETTI......
  • Leave a comment:

  •